Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News Cia - Cia Brindisi

04 ottobre 2007

POLITI A CEGLIE MESSAPICA DA’ IL VIA ALLA PETIZIONE “DACCI UN TAGLIO”

Sarà il Presidente nazionale della Cia (Confederazione italiana agricoltori) Giuseppe Politi a dare il via domenica prossima a Ceglie Messapica (Br) alla raccolta di firme in calce alla petizione popolare “Dacci un taglio. È semplicemente un tuo diritto” indetta a livello nazionale della Cia per  ridurre e semplificare gli adempimenti amministrativi.

Ritardi e disservizi della “macchina pubblica” pesano per 3 miliardi di euro. Un giovane che vuole subentrare nell’azienda agricola di famiglia deve produrre più di 23 chili di carta. E’ di 14,9 miliardi di euro, invece, il “costo” burocratico per il sistema imprenditoriale italiano (circa 12.000 euro, in media, per azienda), di cui più di 3 miliardi addebitabili ai ritardi, ai disservizi e alle inefficienze della pubblica amministrazione. Il che si traduce in forte ostacolo alla crescita economica, con incidenza negativa notevole sull’occupazione e la competitività.

Questi i numeri davvero allarmanti che hanno spinto la Cia ad intraprendere una petizione per dare un taglio a tutto ciò e per ridurre significativamente gli adempimenti amministrativi a cui è costretto un agricoltore.

Domenica prossima 7 ottobre la raccolta di firme partirà anche nel brindisino ed in particolare da Ceglie Messapica dove,alle ore 11.00 presso il salone parrocchiale della Chiesa di San Rocco (Via Petrarca), interverrà ad una specifica iniziativa - fortemente voluta dalla locale sezione della Cia guidata dal vicepresidente provinciale Arcangelo Bruno – il Presidente nazionale della Confederazione Giuseppe Politi.

Alla iniziativa interverrà, anche, il presidente provinciale della Cia di Brindisi Luigi D’Amico.