Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

19 febbraio 2007
SETTORI PRODUTTIVI
LE O.O.P.P.A.A. CHIEDONO IL TAVOLO TECNICO SULL’EMERGENZA ZOOTECNICA

bovini.jpg

A seguito dell’ordinanza del ministero della Salute del 14 novembre scorso, inerente le misure straordinarie di polizia veterinaria in materia di tubercolosi e brucellosi bovina, ovicaprina e bufalina e leucomi in Puglia, Calabria, Campania e Sicilia, le Organizzazioni Professionali Agricole hanno richiesto una serie di incontri e l’istituzione di un tavolo tecnico all’Assessorato Regionale alla Salute per fare in modo che l’attività di risanamento e identificazione del bestiame in Puglia venga fatto nella maniera più rapida, razionale e senza costi per gli allevatori pugliesi.

Inoltre, le Organizzazioni Professionali Agricole e l’ARA, stanno predisponendo una lettera da inviare ai competenti assessorati affinché mettano a disposizione i finanziamenti necessari per tutti gli interventi del caso.

Di seguito pubblichiamo il testo dell’ordinanza e la corrispondenza intercorsa tra regione e ministero.


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile