Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

12 dicembre 2012
NATALE: LA CRISI TAGLIA LE VACANZE (-4%) MA NON I SOGGIORNI IN AGRITURISMO (+2,3%)

nataleagriturismo.jpg

Secondo le stime di Turismo Verde-Cia, durante queste festività saranno oltre 500 mila gli ospiti nelle strutture ricettive in campagna, in controtendenza rispetto all’andamento generale. Merito dei prezzi bassi, dei “pacchetti” creati ad hoc per Natale e Capodanno e del fondamentale aspetto enogastronomico, con piatti della tradizione e legati al territorio. Già oggi quattro agriturismi su cinque dichiarano il “tutto esaurito” per i giorni dal 22 al 26 dicembre e per il lungo ponte di fine anno.   

 

Nel Natale dell’austerity che mette un freno alle vacanze (-4 per cento) e fa partire solo due italiani su dieci, l’agriturismo in controtendenza “fa il pieno” di prenotazioni. Nel periodo tra il 22 e il 26 dicembre e durante il “ponte” di fine anno, le presenze stimate nelle strutture ricettive agricole supereranno le 500 mila unità, tra chi sceglierà il soggiorno in campagna per 3-4 giorni e chi punterà sulle “fattorie” solo per il pranzo natalizio o il cenone di Capodanno. Lo afferma Turismo Verde, l’associazione agrituristica della Cia-Confederazione italiana agricoltori, che ha effettuato un monitoraggio su un campione di aziende associate sul territorio nazionale.

Mai come quest’anno i redditi in calo, il potere d’acquisto sottoterra e le tredicesime “mangiate” dalle scadenze fiscali di fine anno stanno tagliando vacanze oltreconfine e settimana bianca -spiega Turismo Verde- e chi decide di partire lo fa seguendo tre direttrici ben precise: località vicine, soggiorni brevi e soluzioni “low-cost”. Tutti elementi che premiano la scelta dell’agriturismo, con un aumento stimato del 2,3 per cento sullo stesso periodo del 2011.

Complici i prezzi rimasti stabili e la possibilità di scegliere tra veri e propri “pacchetti feste” -osserva Turismo Verde Cia- la domanda di agriturismo torna a crescere e già oggi quattro aziende su cinque dichiarano il “tutto esaurito”. In realtà la tendenza positiva è già cominciata a fine novembre, ma il “pienone” sarà concentrato nei lunghi fine settimana di Natale e Capodanno, con una durata media del soggiorno di 3 giorni e la formula b&b o mezza pensione.

La necessità di ottimizzare il rapporto qualità-prezzo promuove le strutture ricettive agricole -continua Turismo Verde Cia-. C’è il relax della campagna ma a breve distanza da casa, c’è la possibilità di godersi una vacanza spendendo poco e soprattutto c’è il fondamentale aspetto enogastronomico, con una ristorazione attenta alle tradizioni, alla stagionalità dei prodotti e con menù rigorosamente legati al territorio. Senza dimenticare l’opportunità dei mercatini aziendali e della “spesa in campagna” per acquistare prodotti a filiera corta per imbandire le tavole delle feste o donarli ad amici e parenti, visto che questo Natale resiste solo il regalo utile che in sette casi su dieci è declinato proprio in chiave enogastronomica.

In Italia -ricorda Turismo Verde- gli agriturismi toccano 20.413 unità, per un totale di 210.747 posti letto e 385.075 coperti a tavola.

Notizie


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile