Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

28 novembre 2012
Cia Taranto
LA CIA ESPRIME SOLIDARIETA' PER I DANNI PROVOCATI DALLA TROMBA D'ARIA

Cia-Taranto.jpg

La Cia di Taranto esprime solidarietà alla popolazione jonica, ai lavoratori Ilva, ai cittadini di Statte e a tutti coloro i quali hanno subito danni, provocati dalla tromba d'aria abbattutasi improvvisamente questa mattina in provincia di Taranto. Oramai da diversi anni sul territorio jonico continuano a susseguirsi eventi calamitosi che determinano danni ingenti e che si abbattono sul territorio con inaudita violenza. La preoccupazione della Cia di Taranto è che questo evento andrà quasi sicuramente a peggiorare la già grave situazione di crisi che sta vivendo l'economia. L'appello che la Confederazione lancia a tutte le forze politiche e sociali è quello di restare uniti per affrontare e risolvere i diversi problemi sul tappeto che se ignorati, sottovalutati o affrontati con superficialità, non faranno altro che soffocare l'intera economia in provincia di Taranto.


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile