Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News Cia - Cia Puglia

21 settembre 2012

MOSTRA MERCATO BIO A OSTUNI

Dopo il grande successo delle precedenti giornate della “Mostra Mercato Bio”, l’Ati “Puglia Natura Bio” replica l’iniziativa nella piazza di Ostuni (Br).

Domani – sabato 22 settembre -, infatti, a Ostuni in piazzetta Sant’Oronzo, si terrà la “Mostra Mercato Bio”.

L’obiettivo è di promuovere la cultura del mangiar sano e la filiera corta del biologico in Puglia. Obiettivo che la Cia (Confederazione italiana agricoltori) di Puglia (in qualità di capofila) insieme al Consorzio Puglia Natura (Consorzio per la valorizzazione delle produzioni tipiche e biologiche pugliesi) intende raggiungere con l’Ati “Puglia Natura”.

Il progetto è cofinanziato dalla Regione Puglia e prevede: la realizzazione di 15 Mercatini Bio, per accorciare le distanze tra produttori e consumatori; la creazione di  una rete di Spacci Bio per privilegiare forme di filiera corta quale il Gruppo di Acquisto Solidale, espressione di consumo responsabile e ecosostenibile; e una serie di momenti informativi (Informa Bio) sul mondo del biologico per sviluppare la cultura e la valorizzazione dell’agricoltura biologica e del “mangiar sano”.

Il progetto si propone di dare un forte impulso alla commercializzazione ed alla promozione dei prodotti da agricoltura biologica da filiera corta (prodotti a km 0) su tutto il territorio regionale, e vede come partner anche l’associazione di promozione sociale “Eco Bio Equo” (che, insieme a Puglia Natura e Arci – Puglia, ha costituito il Gas “Io mangio Bio”) e l’Associazione per l’agricoltura biologica ANA BIO che, in partenariato con la Cia (di cui è diretta emanazione) sostiene su tutto il territorio nazionale i produttori che seguono questa pratica.

L’Ati “Puglia natura Bio” ha come obiettivo prioritario di incidere sul rapporto tra la produzione di alimenti e il loro consumo che, negli ultimi anni, ha subìto una profonda e negativa trasformazione a causa di problemi di tipo sanitario, economico e sociale. In particolare, il progetto ha come finalità di potenziare l’accesso ai prodotti agroalimentari biologici, quale forma migliore di “sana alimentazione” e, per questo, agire sui fattori critici quali la scarsa aggregazione dell’offerta e la carente informazione del consumatore sui benefici che l’agricoltura biologica arreca alla salute e all’ambiente.

Il prossimo appuntamento, dunque, con questo progetto è fissato per Sabato 22 settembre 2012 (per l’intera giornata) a Ostuni (Br) in Piazzetta Sant’Oronzo.

Oltre alla vendita di prodotti agroalimentari biologici a km. 0, nel corso della iniziativa ci sarà spazio per l’animazione per piccoli e grandi consumatori. Numerose saranno le aziende che esporranno i loro prodotti biologici.