Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

Home Page frecciaNewsfrecciaDettaglio
14 marzo 2012
ASPETTANDO LA PRIMAVERA SULLE ALI DEL PARCO

civetta%20tra%20gli%20olivi%20secolari.jpgIl Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Ostuni, le associazioni WWF Martina Franca e Terre di Basilio e SERAPIA cooperativa, organizzano “Aspettando la primavera sulle ali del Parco”, un corso per il riconoscimento degli uccelli selvatici. Il corso si articola in 4 incontri, ognuno dei quali prevede una lezione presso la Casa del Parco (ex stazione di Fontevecchia) ed un'escursione guidata di birdwatching per l'osservazione diretta dell'avifauna nelle varie tipologie ambientali caratterizzanti l’area naturale protetta, con binocoli, cannocchiali, guide e taccuini alla mano. Oltre ad accompagnare i partecipanti nell'affascinante mondo dell'ornitologia, illustrandone le tecniche di osservazione e di riconoscimento, con un occhio particolare all'avifauna migratrice osservabile nel Parco, il corso vuole mostrare un aspetto nuovo delle aree naturali e rurali del territorio compreso tra Fasano e Ostuni che conserva "scrigni di naturalità" inaspettati e, purtroppo, ancora troppo poco conosciuti come gli estesi pascoli che si spingono sino al mare. Questi ultimi sono, infatti, frequentati, per la caccia e per la sosta, da numerosi rapaci in transito lungo la costa adriatica nel periodo  primaverile. Falchi di palude, albanelle minori, albanelle reali e ben più rare albanelle pallide sorvolano i campi con estrema eleganza e leggiadria alla ricerca di arvicole e piccoli uccelli, mentre falchi cuculi e grillai si possono osservare in “spirito santo”, tipica tecnica di caccia con la quale, rimanendo sospesi contro vento, scrutano dall'alto i pascoli ed i seminativi alla ricerca di prede. Le zone umide del litorale, invece, ospitano diverse specie di uccelli acquatici tra cui l'alzavola, la marzaiola, il mestolone, l'airone cenerino, l'airone rosso, la garzetta ed il tarabusino. Nel Parco sono state rilevate 114 specie di uccelli e, tra queste, numerose sono inserite nella Direttiva 2009/147/CEE, strumento legislativo comunitario che individua l'avifauna selvatica maggiormente minacciata in Europa e per le quali si prevedono misure speciali di conservazione. Gli uccelli vengono considerati indicatori biologici e pertanto i loro movimenti, la scelta dei siti riproduttivi e di svernamento sono condizionati dal mantenimento di determinati equilibri in natura e, in un contesto fortemente caratterizzato dalla presenza umana, come nel caso del Parco delle Dune Costiere, tra l'ambiente naturale e le attività dell'uomo. Conoscere l'avifauna frequentante l'area protetta consentirà la pianificazione e l'attivazione di interventi atti a favorire la conservazione, se non il miglioramento, delle condizioni ambientali e delle popolazioni di uccelli attraverso il coinvolgimento sostenibile di tutti gli operatori che insistono nel Parco e nelle sue vicinanze, in particolar modo degli agricoltori e dei gestori degli stabilimenti balneari. Gli incontri si terranno le domeniche 18 marzo, 25 marzo e 15 aprile dalle ore 9,00 alle ore 13,00, e sabato 21 aprile dalle ore 17,00 fino al calar del sole per la conoscenza e l'ascolto dei rapaci notturni. Il corso è rivolto a tutti i cittadini, di tutte le età, fino ad un massimo di 25 partecipanti. La prenotazione è obbligatoria. Info e prenotazione: 348.1638228 E – mail: info@parcodunecostiere.org   martinafranca@wwf.it   info@cooperativaserapia.it Visita i siti  www.parcodunecostiere.org  www.wwf.it/puglia  www.cooperativaserapia.it

Notizie


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile