Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

24 febbraio 2012
ASSEGNI DI CURA BLOCCATI: L’IMPEGNO DELLA CIA E DELL’ANP

CONF%20BR%201.jpg

La Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) di Brindisi e la sua associazione dei pensionati (l’Anp), in questo particolare momento di difficoltà economica per pensionati e anziani, ha posto in essere una serie di iniziative per sollecitare le istituzioni competenti a venire incontro alle esigenze soprattutto delle persone non autosufficienti. Anche alla luce del blocco degli “assegni di cura” destinati proprio a queste categorie.

Inoltre la Cia e l’Anp hanno strutturato delle apposite convenzioni per permettere ai pensionati e agli anziani di poter usufruire di particolari prestazioni sanitarie.

Tutte queste iniziative sono state presentate nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina (Venerdì 24 Febbraio 2012) presso la sede provinciale della Cia a Brindisi.

Alla conferenza stampa sono intervenuti: Luigi D’Amico (Presidente Cia Brindisi), Arcangelo Bruno (Presidente Anp Brindisi) e Mauro Zaccheo (Presidente Anp Puglia).

“L’agricoltura pugliese, e brindisina in particolare, sta attraversando un periodo di crisi senza precedenti – ha evidenziato il presidente provinciale della Cia di Brindisi Luigi D’Amico -. E se per gli agricoltori ancora in attività la situazione è davvero critica, anche dai nostri pensionati non giungono notizie confortanti. I pensionati, soprattutto quelli provenienti dal comparto agricolo, gli anziani, le persone non autosufficienti si ritrovano, oggi, a dover fare i conti sia con serie difficoltà economiche ma anche con l’indifferenza di alcune istituzioni.

Nelle settimane scorse – ha proseguito D’Amico -, di concerto e su sollecitazione della nostra attiva Associazione dei Pensionati – l’Anp – abbiamo segnalato a tutti i sindaci della provincia di Brindisi le note difficoltà economiche con le quali sono costretti a fare i conti quotidianamente i nostri pensionati e i nostri anziani, ed abbiamo sollecitato formalmente, relativamente alle domande di prestazioni sociali per gli assegni di cura, una maggiore adozione di criteri oggettivi per l’assegnazione dei relativi benefici e maggiore attenzione per i tempi di evasione delle provvidenze.

Le nostra nota, inviata a tutti i sindaci – spiega ancora il presidente provinciale della Cia di Brindisi -, ha confermato una situazione davvero paradossale: alcuni degli Ambiti Territoriali di Zona della Ausl di Brindisi (ovvero i “Consorzi tra Comuni per la realizzazione del sistema integrato di Welfare”) ci hanno confermato ufficialmente che relativamente agli assegni di cura per le persone non autosufficienti sono state approvate le relative graduatorie delle domande ammissibili e non ammissibili e sono state trasmesse alla Regione Puglia, ma che i contributi economici non possono essere erogati – nonostante si sia concluso tutto l’iter amministrativo – perché la liquidazione degli stessi è legata al trasferimento dei fondi regionali che, ad oggi, gli Ambiti Territoriali di Zona non hanno ancora ricevuto.

Una situazione davvero al limite della sopportabilità: i soldi ci sono, l’iter amministrativo è stato concluso, ma la Regione non trasferisce le risorse economiche agli Ambiti di Zona affinché avvenga la erogazione degli assegni di cura.

Con l’iniziativa di oggi – prosegue - chiediamo ufficialmente alla Regione Puglia che si sblocchino immediatamente i fondi destinati agli assegni di cura. Chiediamo, inoltre, a tutti i consiglieri regionali eletti in provincia di Brindisi e a tutte le istituzioni ad ogni livello di adoperarsi affinché venga riconosciuto alle persone non autosufficienti il diritto, sacrosanto, di poter usufruire dell’assegno di cura.

Da parte nostra – conclude Luigi D’Amico - per venire incontro alle esigenze dei nostri anziani abbiamo strutturato una serie di convenzioni che permetteranno ai pensionati della Anp di poter usufruire di particolari prestazioni sanitarie. Inoltre nelle prossime settimane continueremo a porre in essere tutta una serie di iniziative – tra cui le assemblee in ogni comune con i nostri pensionati – per sollecitare le istituzioni competenti a venire incontro alle esigenze soprattutto delle persone non autosufficienti”.

A presentare una serie di convenzioni strutturate dalla Cia e dall’Anp per venire incontro ai pensionati, agli anziani e alle persone non autosufficienti è stato il presidente provinciale dell’Anp di Brindisi Arcangelo Bruno che ha presentato tutte le agevolazioni e le prestazioni sociali e sanitarie gratuite o agevolate che verranno offerte ai pensionati: dalla convenzione con l’Associazione “Dentitalia” che permetterà ai pensionati di usufruire di sconti fino al 60% su prestazioni sanitarie dentistiche e odontoiatriche, a convenzioni per servizi assicurativi e finanziari, alla “Carta Serena” che offre convenzioni con centri termali, convenzioni per controlli gratuiti dell’udito e sconti per l’acquisto di apparecchi acustici, agevolazioni per soggiorni, vacanze, tempo libero e turismo sociale.

Il presidente regionale dell’Anp Puglia, Mauro Zaccheo, infine, ha sottolineato l’impegno che l’associazione pensionati della Cia sta portando avanti a livello regionale per chiedere alla Regione “prestazioni sociali e sanitarie a misura di anziano”. Zaccheo, tra l’altro, ha annunciato che la Cia e l’Anp Puglia hanno chiesto e ottenuto un incontro con l’assessore regionale al Welfare Elena Gentile per sottoporre una serie di proposte. CONF%20BR%202.jpg

Notizie


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile