Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News Cia - Cia Puglia

23 dicembre 2011

RIPRENDE IL LAVORO DEI GIE IN PUGLIA

Nei giorni scorsi si sono tenuti, presso la sede regionale della Cia Puglia, le riunione del Gie olivicolo e del Gie frutta e ortaggi, convocati dai rispettivi presidenti, Giuseppe Marcario e Sergio Curci.

Agli incontri hanno partecipato il presidente regionale della Cia Antonio Barile e il VicePresidente Donato Petruzzi.

Per quel che concerne il Gie olivicolo dopo ampia discussione si è deciso di convocare una conferenza stampa per denunciare e proporre soluzioni alla grave crisi del settore. Infatti la proposta di tutelare l’olio extravergine mediante l’abbassamento del parametro degli Alchil Esteri da 75 mg/kg e 30, in modo da evitare miscele fraudolente con oli di scarsa qualità, è stato il tema al centro della conferenza stampa. La Cia Puglia ha anche lanciato una petizione con raccolta di firme in questa direzione.

Peraltro risulta che già alcuni parlamentari hanno fatto propria la proposta da sottoporre e far approvare agli organismi della UE.

Anche nel Gie frutta e ortaggi si è discusso ampiamente delle problematiche del settore.

La volatilità dei prezzi dei prodotti agricoli viene ulteriormente accentuata per il settore ortofrutticolo in quanto il più soggetto alle mutazioni climatiche.

Il caldo anomalo di questi ultimi mesi ha portato a maturazione in contemporanea molti prodotti ortofrutticoli con rilevante abbassamento dei prezzi.

La concentrazione dell’offerta è un fatto strategico per aiutare il settore a confrontarsi con le grandi catene commerciali.

Si è deciso in Puglia, così come si sta facendo a livello nazionale, di riprendere un dialogo con la Lega delle Cooperative, onde individuare strategie comuni in difesa del settore.