Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

19 ottobre 2011
CONCESSA LA DEROGA PER LA CACCIA ALLO STORNO

stornoscianet.jpg

La Giunta Regionale pugliese ha approvato ieri la deroga per la caccia allo storno (Sturnus vulgaris), recependo una specifica richiesta che la Cia (Confederazione italiana  agricoltori) Puglia aveva avanzato all’inizio di settembre all’assessore regionale alle risorse agroalimentari Dario Stefàno. Con la campagna olivicola alle porte la Cia Puglia aveva chiesto a Stefàno di attivarsi affinché venisse concessa al più presto la deroga per la caccia allo storno, in modo da evitare quanto accaduto lo scorso anno, quando la deroga fu concessa a dicembre inoltrato a campagna olivicola quasi conclusa. E ieri, dopo il previsto iter, la giunta regionale ha dato il via libera alla caccia in deroga.

“Diamo atto – dichiara il vicepresidente regionale della Cia Donato Petruzzi - all’assessore Stefàno prima, che ha sottoposto la scorsa settimana la proposta di caccia in deroga all’esame del Comitato Tecnico Faunistico Venatorio regionale, e alla Giunta regionale poi, di avere accolto la nostra istanza di concedere la caccia in deroga allo storno per ridurre almeno in parte i danni che lo Sturnus vulgaris sta già causando negli oliveti e negli orti, soprattutto nella zona compresa tra il sud Barese e il Brindisino. In questa zona, infatti, già da qualche giorno hanno fatto la ricomparsa gli storni che hanno iniziato a procurare danni alle colture olivicole e a quelle orticole. Negli anni scorsi i danni provocati dallo Sturnus Vulgaris sono stati davvero ingenti, ed hanno complicato irrimediabilmente la già difficile situazione in cui si trovavano – e si trovano - ad operare le aziende agricole pugliesi. Con la deroga, quanto meno, i danni saranno ridotti in parte. È chiaro – conclude Petruzzi - che l’obiettivo deve restare quello di inserire a livello comunitario lo storno nelle specie cacciabili durante l’intero periodo di caccia”.

Lo storno, secondo quanto stabilito dalla Regione Puglia, potrà essere cacciato dal 29 ottobre 2011 al 29 gennaio 2012. Il prelievo della specie potrà essere effettuato unicamente da appostamento. Per quanto attiene il piano di abbattimento, è consentito prelevare n. 20 capi giornalieri per un limite massimo, nella stagione, di 180 capi per ogni titolare di licenza.

Notizie


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile