Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

28 maggio 2011
BENEFICI PREVIDENZIALI PER LAVORO USURANTE

lavoro%20usurante.jpg

Dopo  quasi un ventennio di reiterate deleghe al Governo per il riordino della normativa sui lavori usuranti, il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo n. 67 del 21.04.2011, che consente un anticipo di 3 anni per l’accesso al pensionamento rispetto ai  requisiti  richiesti per la generalità dei soggetti, ai lavoratori  impegnati in tali attività.

I destinatari sono:

- lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti di cui al decreto 19 maggio 1999 (decreto Salvi): "lavori in galleria, cava o miniera", mansioni svolte in sotterraneo con carattere di prevalenza e continuità;  "lavori nelle cave" mansioni svolte dagli addetti alle cave di materiale di pietra e ornamentale; "lavori nelle gallerie" mansioni svolte dagli addetti al fronte di avanzamento con carattere di prevalenza e continuità; "lavori in cassoni ad aria compressa"; "lavori svolti dai palombari"; "lavori ad alte temperature": mansioni che espongono ad alte temperature, quando non sia possibile adottare misure di prevenzione, quali per esempio, quelle degli addetti alle fonderie di 2a fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti ad operazioni di colata manuale; "lavorazione del vetro cavo": mansioni dei soffiatori nell'industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio; "lavori espletati in spazi ristretti", con carattere di prevalenza e continuità e in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte continuativamente all'interno di spazi ristretti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture; "lavori di asportazione dell'amianto" mansioni svolte con carattere di prevalenza e continuità;

- lavoratori alle dipendenze di imprese per le quali operano voci di tariffa INAIL che svolgano attività caratterizzate dalla ripetizione costante dello stesso ciclo lavorativo su parti staccate di un prodotto finale che si spostano a flusso continuo o a scatti con cadenze brevi determinate dall’organizzazione del lavoro o dalla tecnologia;

- conducenti di veicoli di capienza complessiva non inferiore a 9 posti, adibiti a servizio pubblico o trasporto collettivo;  

- lavoratori impegnati in lavori a turni per almeno 6 ore nel periodo notturno, comprendenti l’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino,  e per un periodo non inferiore  a 78  giornate all’anno per coloro che maturano i requisiti tra il 1° gennaio ed il 30 giorno 2009, e a 64 giornate all’anno per coloro che maturano i requisiti dal 1° luglio 2009;

- lavori notturni  per almeno 3 ore da mezzanotte alle cinque del mattino per periodi di lavoro effettivo di durata corrispondente all’intero anno lavorativo.

La domanda dovrà essere presentata all’ente previdenziale presso il quale il lavoratore è iscritto entro il 30 settembre 2011 per  quanti  maturano i requisiti entro il 31.12.2011, e entro il 1° marzo dell’anno di maturazione dei requisiti agevolati, per coloro che li maturano a decorrere dal 1° gennaio 2012 .

A decorrere dal 1° gennaio 2013, fermo restando il requisito minimo contributivo di 35 anni e nel rispetto della normativa sulle decorrenze, si può conseguire il trattamento pensionistico con un’età anagrafica inferiore di tre anni e una somma di età più contribuzione inferiore di 3 unità, rispetto a quella prevista per la generalità dei lavoratori.

Pasqua Manfredi


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile