Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News Cia - Cia Nazionale

31 maggio 2011

IMPORTANTI RISULTATI DELL’ASES IN PARAGUAY

Un mulino alla Cooperativa Martín Rolón in Paraguay: č questa una delle "conquiste" positive di Ases/Cia, nell'ambito del progetto di riforma agraria cofinaziato dall'Unione Europea. Non si č trattato di una classica "cattedrale nel deserto" come avvenuto spesso nella cooperazione, ma di una struttura che ha dato vita a una prima piccola industria agricola gestita dagli stessi contadini che hanno iniziato a produrre farina di maís che prossimamente verrŕ commercializzata a livello della regione di Misiones grazie al camioncino donato dalla Cia. Si tratta di una delle poche esperienze in tal senso che esistono in Paraguay ed č diventato un modello di sviluppo rurale che č guardato con attenzione dallo stesso Governo nazionale. Il fatto positivo č che l'esperienza di Martín Rolón sta richiamando  l'attenzione del mondo rurale e varie delegazioni di agricoltori di altre regioni stanno visitando la cooperativa per conoscerne l'esperienza e stanno sollecitando il Governo ad elaborare un piano di sviluppo agricolo sulla falsariga di quanto fatto da Ases/Cia. Sul giornale Abc (quello di maggior tiratura nel paese) č stato pubblicato un articolo che viene allegato in cui viene ribadito il ruolo importante di Ases e della Cia. In una parte dell’articolo si legge: "La Cooperativa Martín Rolón Limitada conta con 213 soci, che si dedicano alla semina di diversi prodotti agricoli. L'Associazione Solidarietŕ e Sviluppo (Ases) d'Italia e la Confederazione Italiana Agricoltori offre appoggio con donazioni quali trattori, elementi di lavoro agricolo e un camioncino per la distribuzione dei prodotti". Tutto questo č stato possibile grazie all'impegno della Cia e grazie all'impegno delle strutture della Cia in primo luogo ai Caf che impegnati nel 5 x 1000 rendono possibile cofinanziare progetti della UE o di altri enti donatori.