Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

15 aprile 2011
UN CASO DI AZIENDA BIO: LA GIGLIO DI RUTIGLIANO


Immagini | 1-10 |  11-13 | 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
1.jpg
2.jpg
3.jpg
4.jpg
5.jpg
6.jpg
7.jpg
8.jpg
9.jpg
10.jpg
11.jpg
12.jpg
13.jpg
agriGiglio.jpg

Per l’azienda agricola “FILIPPO GIGLIO” la parola d’ordine è: biologico. Ubicata in agro di Rutigliano, in una delle zone pugliesi più importanti dal punto di vista viticolo, l’azienda è a conduzione familiare e produce per la maggior parte uva da tavola e ortaggi prodotti da agricoltura biologica. Rigorosamente biologica.

 

Denominazione e localizzazione azienda

AZIENDA AGRICOLA FILIPPO GIGLIO

Via Don Milani, 19

Rutigliano (Bari)

 

Tipo di conduzione

Familiare

 

Nome, età del titolare e titolo di studio

Filippo Giglio, 48 anni licenza media

 

Ha rilevato l’azienda dal padre o dal nonno?

No

 

Si è insediato con i premi di primo insediamento del Psr?

No

 

La storia dell’azienda:

Ho iniziato a lavorare in campagna come bracciante agricolo, poi, agli inizi degli anni ’80 ho acquistato dei terreni e così sono diventato imprenditore agricolo.

 

La destinazione produttiva dell’azienda:

E’ una azienda per la maggior parte viticola e, in minor misura, anche orticola.

 

Che cosa produce?

Produco due varietà di uva da tavola, entrambe senza semi: la Sugraone e la Crimson. Per quanto riguarda gli ortaggi produco, invece, maggiormente insalate e meloni. Entrambe le varietà di uva da tavola coltivate dall’azienda Giglio sono apirene. La Sugraone è una tra le migliori varietà di uva da tavola bianca a livello qualitativo e produttivo: è precoce (da fine luglio a metà settembre) ed eccellente sia per le qualità organolettiche, che dal punto di vista estetico La Crimson, invece, è una cultivar di uva da tavola rosso-violacea caratterizzata da proprietà organolettiche e aspetto uniche che la rendono molto apprezzata dai consumatori (disponibile da settembre a dicembre). Ottima la conservabilità e il trasporto.


Quanto produce?

Circa 400 quintali all’anno di uva da tavola.

 

Caratteristiche dei prodotti aziendali:

Si tratta di prodotti esclusivamente biologici.

 

Quanto è estesa l’azienda?

L’azienda, in totale, è estesa 3 ettari e mezzo. La superficie a vigneto è pari a 2 ettari, mentre quella coltivata a ortaggi è pari ad  un ettaro e mezzo.

 

I terreni sono di proprietà o vengono condotti in fitto?

Si tratta di terreni tutti di proprietà.

 

Ha allevamento?

No.

 

È una azienda multifunzionale?

No.

 

Rientra in aree protette, parchi naturali e parchi naturali?

No.

 

L’organizzazione aziendale (quante persone vi operano)?

L’azienda è tutta a conduzione familiare. In azienda, oltre a me che sono impegnato per l’intero anno, vi collabora anche mio figlio.

 

Quante giornate annue impiega?

365

 

Ha uno spaccio aziendale?

No.

 

Come è  organizzata la rete commerciale e come viene piazzato il prodotto?

La produzione viene piazzata sui mercati biologici della provincia di Bari. Distribuiamo tutta la nostra produzione, uva da tavola e ortaggi, nella rete di negozietti del biologico che sono presenti a Bari ed in altri centri della provincia.

 

Somministra alimenti e/o fa ristorazione?

No.

 

Come è andata l’ultima annata?

Poteva andare meglio. Posso, comunque, dire che è andata discretamente.

 

Quali i problemi e le difficoltà che si incontrano?

Sull’uva da tavola nera (la Crimson – ndr) riscontro problemi di natura fitopatologia legati alla Cocciniglia. Essendo una produzione biologica non posso assolutamente intervenire con insetticidi. Dopo una serie di prove sono riuscito a tenere sotto controllo questo insetto con zolfo in polvere, attuando ripetute solforazioni nelle ore più calde della giornata durante tutto il ciclo produttivo. Così facendo riesco a tenere a bada questo insetto che continua ad essere presente ma che, comunque, non arriva ad intaccare i grappoli.

 

Quali le soddisfazioni?

Diciamo che chi si accontenta gode.

 

Quali i programmi per il futuro?

Con questa particolare situazione di crisi preferisco avere i piedi per terra. Di certo non ci sarà alcun ampliamento dell’azienda né acquisto di altri terreni. Per il momento continuerò ad operare così come fatto in questi anni.

 

I recapiti dell’azienda:

347.3407329 -  agrigiglio@alice.it

 

 

Scheda-intervista redatta da Giannicola D’Amico

 

Progetto: Difesa del suolo e gestione della risorsa acqua.
Codice POR09VIIIBA21.1 approvato con D.D. n. 262 del 24 dicembre 2009 – BURP n. 23 supp. 1 del 04/02/2010, da Provincia di Bari – Servizio Pubblica Istruzione, Formazione Professionale, Sport, finanziato da Fondo Sociale Europeo

    Notizie


    I Nostri Partner:

    CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
    -
    -
    CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
    -
    Codita (apertura in una nuova finestra)

    Finanziatori:

    Regione Puglia
    spacer
    Unione Europea
    intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
    Misura 6.2 POR Puglia
    Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
    Valid HTML 4.01 Transitional 
    -
    Valid CSS! 
    -
    Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

    -
    Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
    www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
    Direttore responsabile: Antonio Barile