Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

30 luglio 2010
AMBIENTE ED ENERGIA
RAPPORTO ISTAT: INDICATORI AMBIENTALI 2009

istat.gif

L'Istat presenta i risultati della rilevazione sugli indicatori ambientali urbani che, oltre agli Uffici di statistica comunali, ha coinvolto altri Organismi operanti sul territorio. I dati, relativi ai comuni capoluogo di provincia, sono disponibili in serie storica dal 2000 al 2009. In particolare per L’Aquila non tutte le informazioni sono disponibili a causa dell’evento sismico2. Da quest’anno sono state calcolate, inoltre, le serie storiche delle medie regionali dei capoluoghi (vedi tabelle allegate). I 116 capoluoghi di provincia oggetto di studio, in cui risiede il 29,8% della popolazione totale del Paese (quasi 18 milioni di persone), coprono il 6,8% della superficie italiana. La densità3 media della popolazione di questi comuni è pari a 873,1 abitanti per km2: quella massima si registra a Napoli con 8.214,4 abitanti per km2, quella minima a Tempio Pausania con 66,7 abitanti per km2 di superficie comunale.

 

Di seguito pubblichiamo il rapporto


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile