Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

17 maggio 2010
AIUTI PER AGRICOLTURA BIOLOGICA: MODIFICHE AL BANDO PSR

REGIONE%20PUGLIA.jpg

Con determinazione del dirigente del Servizio Agricoltura n. 370/2010 sono apportate modifiche e integrazioni al bando della misura 214 azione 1 “Agricoltura biologica” del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013.
Il provvedimento, che rettifica errori materiali e rende più chiari alcuni aspetti applicativi del bando, integra il punto 5 “Localizzazioni” inserendo le aree regionali classificate “Poli urbani” e stabilisce che le stesse sono assimilate alle “aree ad agricoltura intensiva e specializzata”.
Ciò consente alle imprese agricole ricadenti nelle aree classificate “Poli urbani” di presentare domanda di concessione degli aiuti previsti dalla Misura 214 del PSR seguendo gli stessi criteri e vincoli previsti per le “aree ad agricoltura intensiva e specializzata”.
L’atto è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 86 del 13 maggio 2010.

Fonte: REGIONE PUGLIA


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile