Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News Cia - Cia Taranto

04 maggio 2010

PROGETTO SCUOLA IN FATTORIA 2009/2010

Prosegue anche per l’anno scolastico 2009/2010 il progetto "La Scuola in Fattoria" promosso dalla Cia, Confederazione Italiana Agricoltori del Comprensorio Occidentale di Castellaneta. All’iniziativa partecipano quest’anno circa trecento bambini che frequentano la Scuola Primaria "G. Pascoli" e l’Istituto Comprensivo "F. Surico" di Castellaneta, e la scuola "De Amicis" di Castellaneta Marina. Per alcune attività è previsto il coinvolgimento dell’Istituto Alberghiero "M. Perrone".

All’inizio dell’anno scolastico, alle classi che hanno aderito al progetto, ogni giorno è stato consegnato un cesto contenente agrumi da consumare alla ricreazione in sostituzione delle merendine. A fine anno, il prossimo giugno, nel corso della 2a Festa di "Scuola in Fattoria", saranno premiati i bambini che hanno mangiato più frutta.

L’idea di proporre il consumo di frutta a scuola nasce dai dati statistici allarmanti che evidenziano come nella società odierna circa un adulto su tre ha problemi di sovrappeso e quasi un italiano su dieci è decisamente obeso. Tale tendenza è più accentuata tra i bambini e gli adolescenti (ISTAT 2003) con una prevalenza maggiore di obesità e sovrappeso nelle aree del Sud Italia rispetto a quelle del Nord.

L’obesità infantile è una condizione predisponente all’obesità nell’età adulta, e costituendo, pertanto, una seria minaccia per la salute della popolazione: da qui la necessità di attuare iniziative che supportino più corrette abitudini alimentari e una nutrizione maggiormente equilibrata.

I principali errori alimentari dei più giovani sono individuati nell’assunzione eccessiva di alimenti di provenienza animale e di dolciumi ricchi di zuccheri semplici, nell’alimentazione monotona e non sufficientemente variata, nel consumo di alimenti vegetali inferiori alle quantità raccomandate (ca 400 grammi al giorno). È oramai assodato infatti che una sufficiente quantità di tali prodotti nella dieta quotidiana sia essenziale per garantire il mantenimento di uno stato di salute psicofisica ottimale.

I prodotti ortofrutticoli rappresentano una fonte importantissima di fibra, di beta carotene, di vitamina C, di altre vitamine e dei più diversi minerali compreso il potassio. Tale gruppo gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione della obesità, grazie all’elevato contenuto in fibra e acqua, alle poche calorie fornite rispetto al volume ingerito e all’elevato potere saziante.

Nella scelta dei prodotti frutticoli bisogna tener conto del carattere di ‘stagionalità’, che influisce sia sotto il profilo salutistico (è proprio nella loro stagione, al momento della loro naturale maturità, che gli alimenti vegetali garantiscono il più appropriato ed equilibrato contenuto in acqua, in fibra alimentare, in micronutrienti e composti bioattivi), sia sotto il profilo della attrattività (i prodotti frutticoli esprimono al massimo i loro colori, rendendoli particolarmente invitanti, nonché i loro sapori e gusti proprio nel momento della naturale maturazione). Tale iniziativa tiene conto di questi elementi descritti pertanto, il coinvolgimento sempre maggiore di bambini e scuole nel progetto della CIA "Scuola in Fattoria" favorisce la diffusione di questa cultura.