Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

30 ottobre 2009
News SciaNet
FOGGIA: AGRICOLTORI IN PIAZZA

agricoltori_sciopero.jpg

Martedì 3 Novembre Cia, Copagri, Ugl Coltivatori della provincia di Foggia, indicono uno sciopero generale dell’agricoltura. Il tutto per denunciare i prezzi da fame di grano, uva, olive, ortaggi, al fronte dei prezzi sempre più cari per i consumatori, le dimenticanze del Governo nazionale e la trascuratezza della Regione Puglia, e per rivendicare il ruolo primario dell'agricoltura nell'economia meridionale. Lo stato di agitazione permanente degli agricoltori sarà decretato sino a quanto non saranno accolte una serie di richieste, quali: moratoria delle passività con sospensione delle debitorie e concessione dei mutui decennali a tasso zero con garanzia Ismea;premio de minimis per il crollo dei prezzi dei prodotti; contributi previdenziali ridotti alla media europea; riduzione delle accise su carburanti agricoli;finanziamento del Fondo di Solidarietà Nazionale; declaratoria dello stato di calamità.


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile