Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News Cia - Cia Brindisi

11 agosto 2009

A FASANO PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE DEGLI AGRICOLTORI

Le note vicende che si sono verificate all’interno del Consorzio Centro Agroalimentare di Fasano con l’approvazione di un bilancio non veritiero, nonostante l’opposizione dei soci di minoranza ed una dettagliata relazione del Collegio Sindacale dell’Ente, hanno indotto gli imprenditori agricoli ad intraprendere una vera e propria azione di lotta che ha l’obiettivo di informare e sensibilizzare i cittadini e le forze politiche di governo e di opposizione per evitare che il perdurare dello stato di crisi in cui versa il Centro Agroalimentare possa sfociare in una situazione irrimediabile.

A tal fine è indetto lo stato di agitazione della categoria.

La Cia di Fasano, unitamente alla Coldiretti, prende atto del senso di responsabilità del sindaco che durante un recente incontro con le forze di opposizione ha garantito l’impegno di riesaminare l’approvazione del bilancio nell’assemblea dei soci del Consorzio convocata per il prossimo Mercoledì 12 Agosto e chiede, come logica conseguenza, l’immediata revoca del Consiglio di amministrazione nonché l’impegno da parte del sindaco a verificare lo stato finanziario dell’ente e predisporre un piano di risanamento.

A tal fine le Organizzazioni Agricole (Cia e Coldiretti) indicono una pubblica manifestazione  per Mercoledì 12 Agosto alle ore 9.00,  in concomitanza con la convocazione dell’Assemblea del Consorzio, nei pressi del Mercato generale (in Contrada Sant’Angelo a Fasano) per dimostrare, con senso di responsabilità, la propria presenza e la forte volontà di non essere più disposti ad una gestione miope di un ente cosi importante come il  Consorzio Centro Agroalimentare.