Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News Cia - Cia Brindisi

12 dicembre 2006

EMERGENZA STORNI A VILLA CASTELLI (BR): LA C.I.A. INCONTRA IL SINDACO

La C.I.A. di Brindisi continua nell’azione di segnalazione dei danni arrecati dagli storni alle colture olivicole, sollecitando interventi urgenti. Giovedì prossimo 14 Dicembre alle ore 18 presso il Palazzo di Città di Villa Castelli (BR) la C.I.A. incontrerà il sindaco della cittadina brindisina Francesco Nigro per affrontare l’emergenza storni che sta mettendo in ginocchio l’olivicoltura della zona. Si tratta del secondo incontro di questo genere dopo quello avvenuto a fine novembre con il sindaco di Ceglie Messapica Pietro Federico, dopo che a lanciare l’allarme era stato proprio il responsabile della C.I.A. cegliese Arcangelo Bruno. Ad organizzare l’incontro di giovedì prossimo è stato proprio Bruno unitamente a Maria Addolorata Schiena, referente per la C.I.A. di Villa Castelli. Il problema degli storni – divenuto ormai una vera e propria emergenza – è comune a tutto il territorio della provincia di Brindisi, dove milioni e milioni di storni stanno arrecando danni per centinaia di migliaia di euro alle aziende agricole, ed in particolare a quelle olivicole. Lo storno, che tra l’altro è una specie protetta e quindi non può essere cacciata, oltre a nutrirsi delle drupe delle olive arreca notevoli danni anche alle piazzole degli alberi compromettendo seriamente le operazioni di raccolta del prodotto. Le aziende agricole di Villa Castelli e dell’intero comprensorio sono, ormai, alla esasperazione e chiedono a gran voce alle istituzioni preposte di intervenire per non compromettere definitivamente il raccolto, già sino ad ora pesantemente ridotto, in ogni angolo della provincia. Da ciò le iniziative messe in campo dalla C.I.A. di Brindisi che chiede che almeno venga garantito agli agricoltori danneggiati un adeguato risarcimento dei danni, così come avviene per altri tipi di calamità. Gli storni, ormai, sono da ritenersi una vera e propria calamità. All’incontro con il sindaco di Villa Castelli parteciperà, oltre a Bruno e a Schiena, il presidente provinciale della C.I.A. di Brindisi Luigi D’Amico, unitamente ad una delegazione di agricoltori ed olivicoltori della zona. “Così come evidenziato nell’incontro avuto nei giorni scorsi a Ceglie Messapica le nostre iniziative per cercare di risolvere il problema storni in provincia di Brindisi continuano – sottolinea il presidente provinciale della C.I.A. di Brindisi Luigi D’Amico -. Anche a Villa Castelli chiederemo all’Amministrazione comunale di attivarsi per cercare di sollecitare le istituzioni competenti a trovare una soluzione a questa emergenza che sta mettendo in ginocchio la nostra olivicoltura. E nei prossimi giorni continueremo la nostra attività di sensibilizzazione e sollecitazione anche presso le altre Amministrazioni comunali, oltre che nei confronti della provincia di Brindisi e della regione Puglia”.