Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News - News SciaNet

08 aprile 2009

A PASQUA FAI “LA SPESA IN CAMPAGNA” CON IL NAVIGATORE

Si scrive “La spesa in campagna” si legge “vendita diretta” lì dove si produce associando tradizione ad innovazione. Un progetto che permette al consumatore di poter raggiungere facilmente le tante masserie e le aziende agricole aderenti attraverso l’utilizzo del proprio navigatore satellitare. Infatti, grazie alla nuova tecnologia e all’utilizzo del GPS l’itinerario da seguire per fare “la spesa in campagna” è pronto e disponibile semplicemente scaricando dal sito www.laspesaincampagna.com, tutti i punti di interesse (Pdi) sul proprio navigatore (Tom Tom, Nokia Maps, Garmin e Route66).

Il progetto promosso dalla Cia, Confederazione italiana agricoltori della Puglia, per il momento è partito nella sola provincia di Bari, ma mira ad estendersi in tutte le provincie e successivamente anche in altre regioni.

“La spesa in campagna” promuove lo sviluppo della vendita diretta dei prodotti agricoli attraverso un nuovo modo di fare e concepire la spesa acquistando i prodotti direttamente in campagna, dagli agricoltori che li producono. Il cittadino si può recare direttamente presso le aziende agricole e le masserie per rifornirsi di prodotti garantiti nella freschezza e genuinità ed allo stesso tempo potrà conoscere più da vicino l’attività agricola, l’allevamento del bestiame, le tecniche di coltivazione. Il tutto, avendo la certezza di pagare il giusto prezzo.

Grazie alla “spesa in campagna” si può cercare di recuperare un po’ di quei ritmi lenti tipici della campagna di un tempo, e quindi anche il contatto diretto e la relazione con la natura e con i cibi genuini. “La spesa in campagna” ha infatti proprio l’obiettivo di valorizzare sempre più il legame tra prodotti e territorio creando una relazione tra produttore e consumatore.

Al momento le aziende aderenti al progetto sono circa una trentina, dislocate su tutto il territorio provinciale ed offrono prodotti quali: formaggi, latte, uova, carne, vino, olio, ortofrutta, funghi e confetture. Per ogni ulteriore informazione, consultare il sito www.laspesaincampagna.com.