Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza News - News SciaNet

31 luglio 2008

CONAD E REGIONE PUGLIA PROMUOVONO L'UVA PUGLIESE

Continua a dare ottimi risultati il protocollo d’intesa siglato fra Regione Puglia e Conad per valorizzare i prodotti tipici regionali sul mercato nazionale ed estero. Dopo le ciliegie Ferrovia, sarà l’uva da tavola pugliese ad essere distribuita in tutta la rete di vendita Conad e Coop Suisse, con più di 140.000 quintali di uva di diverse varietà destinati alla grande distribuzione.
L’iniziativa è stata presentata ieri mattina dal Presidente della Regione, Nichi Vendola, insieme all’assessore alle Risorse Agroalimentari, Enzo Russo, al direttore generale Conad, Francesco Pugliese, e al Direttore commerciale Coop Suisse, Vladimir Cob. “Il progetto si inserisce nelle direttive di sviluppo delle aziende e del territorio che questa amministrazione sta mettendo in atto”, ha spiegato l’assessore Russo. “È un accordo che permette a piccoli e medi produttori di aggregarsi e affacciarsi sul grande mercato, superando le difficoltà e i disagi della frammentazione”.
Rientra nell’ambito dell’iniziativa la promozione che, a fine agosto, porterà in tutti i punti di vendita Conad presenti in Italia 12.000 quintali di uva Italia extra, punta di eccellenza delle varietà di uva pugliese. E il progetto non si esaurisce qui: in futuro saranno commercializzati e pubblicizzati a livello nazionale altri prodotti tipici regionali, fra cui le clementine del Golfo di Taranto e l’agnello del Gargano.
“Tre anni fa ci siamo trovati di fronte ad una profonda crisi delle campagne. Abbiamo scelto di percorrere una strada alternativa agli aiuti economici fini a se stessi, cercando di unire produzione, commercializzazione e consumo. La scelta, vincente, è stata quella di entrare nella grande distribuzione per salvaguardare i prodotti pugliesi”, ha affermato con soddisfazione Nichi Vendola.
“Il risultato è un mondo agricolo attivo”, ha aggiunto, “in grado di uscire dalla frammentazione per immettersi con successo nel mercato nazionale ed estero, e capace di guardare con ottimismo al futuro grazie agli investimenti in ricerca ed innovazione”.
Il protocollo d’intesa fra Regione Puglia e Conad prevede anche una giornata di formazione per 20 medie e piccole aziende pugliesi ad ottobre, durante la quale saranno fornite agli imprenditori le competenze indispensabili per interagire in modo proficuo con la grande distribuzione.

Fonte:www.informazione.it