Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

30 luglio 2008
Cia Brindisi
AGRIENERGIE: BERTON INCONTRA GLI AGRICOLTORI DELLA PROVINCIA DI BRINDISI

logo%20aiel.jpg

Le nuove frontiere delle agrienergie per l’agricoltura brindisina: è stato questo l’argomento di un partecipato incontro svoltosi nei giorni scorsi a Fasano presso la cooperativa “Progresso Agricolo”. Una iniziativa promossa dalla CIA provinciale di Brindisi in occasione della visita a Fasano, ed in particolare a Pezze di Greco presso la COPAPE (Cooperativa Produttori Agricoli Pezze), di Marino Berton, presidente nazionale dell’AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali).

L’AIEL è l’associazione della CIA che si occupa delle agrienergie ed ha come fine la promozione e la diffusione delle fonti energetiche rinnovabili di origine agricola e forestale nonché lo sviluppo del loro utilizzo energetico per fini civili ed industriali.

Berton l’altro giorno è giunto a Pezze di Greco per effettuare un sopralluogo presso la COPAPE e per verificare la fattibilità del progetto “Valorizzazione energetica delle potature di ulivo in provincia di Brindisi”, uno dei sei progetti pilota avviati dalla Cia su tutto il territorio nazionale e l’unico in Puglia. Si tratta di un progetto innovativo nel settore, imperniato su alcune  realizzazioni pilota e sulla formazione di una rete di consulenti agrienergetici sull’insieme delle problematiche relative alle fonti rinnovabili. Nella fattispecie il progetto prevede l’utilizzo a scopo energetico dei residui di potatura da attuarsi presso la COPAPE.

Dopo il sopralluogo e la verifica della fattibilità del progetto, propedeutica al finanziamento dello stesso, Berton ha incontrato, presso la “Progresso Agricolo” a Fasano, un nutrito gruppo di imprenditori agricoli, tecnici e rappresentanti di cooperative del territorio brindisino, per presentare le opportunità legate alle agrienergie, riscontrando l’interesse di numerosi tra i partecipanti. All’incontro oltre a Berton hanno partecipato il presidente provinciale della CIA di Brindisi Luigi D’Amico e il vicepresidente regionale vicario della CIA Puglia Donato Petruzzi.

“Sia a questo incontro che in altre occasioni stiamo riscontrando il concreto interesse del mondo agricolo a questo tipo di energie alternative – ha dichiarato il presidente provinciale della CIA di Brindisi Luigi D’Amico -. Bisogna puntare su quello che già abbiamo, come nel caso del progetto pilota in programma alla COPAPE di Pezze di Greco, e non investire su terreni che già vengono utilizzati per produzioni alimentari”.

“Il prezzo del petrolio è in continua ascesa – ha spiegato il vicepresidente regionale vicario della CIA Donato Petruzzi – e sta influenzando tutti i settori produttivi compreso quello agricolo. Il fabbisogno energetico tradizionale è sempre più limitato, costoso e inquinante. Per quel che concerne il settore agricolo bisogna valorizzare sempre più fonti energetiche alternative, sostenibili, competitive e sicure. In Puglia l’agricoltura ha la grande missione di produrre prodotti di qualità, tipici e legati al territorio, destinati alla alimentazione umana. Nella nostra regione, pertanto, non è conveniente produrre energia alternativa dalle derrate alimentari. È molto più utile e conveniente produrre energia da biomasse derivanti dagli scarti di produzione, come dai residui di potatura, dai quali è possibile ricavare un’enormità di energia pulita. Non è una utopia – ha concluso Petruzzi – prevedere in tutte le zone della Puglia ad alta densità olivicola impianti di bruciatura dimensionati alla quantità dei residui da bruciare, creando così una filiera dell’energia pulita che risolva il grande problema dello smaltimento e contemporaneamente produca sia energia pulita che ricchezza ulteriore per il territorio”.

Le agrienergie, dunque, come grande occasione da sviluppare, in modo da creare un’ulteriore opportunità di reddito per gli agricoltori e contemporaneamente per dare un apporto alla mitigazione dei cambiamenti climatici e ad alleggerire la pesante bolletta petrolifera.


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile