Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 

Chiudi Minimizza Le iniziative - Sagre e Manifestazioni Regionali e Nazionali

31 maggio 2008

A TRICASE (LE) INAUGURAZIONE DE “LA CONTRADA RURALE”

Luogo: Tricase (LE)
Ente organizzatore: GAL S.Maria di Leuca

Il Gruppo d’Azione Locale del Capo di S. Maria di Leuca, comunica che Sabato 31 Maggio alle ore 9.30 presso l’Azienda Agrituristica “Gli Ulivi”, il Comune di Tricase inaugurerà “La Contrada Rurale - Percorso di valorizzazione e fruizione dei beni ambientali della zona Palane”. Il programma dell’inaugurazione prevede la partecipazione del Dott. Antonio Musarò, Sindaco di Tricase, dell’On. Antonio Lia, Presidente GAL del Capo di S. Maria di Leuca, dell’Avv. Francesco Bruni, Presidente Consorzio dei Comuni “Terra dei due Mari”, del Prof. Silvano Marchiori, Direttore Dipartimento Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’ Università del Salento. A seguire l’Associazione Ippica Sud Salento proporrà dei Giochi Equestri e l’Associazione Mobbasta una Gara degli aquiloni per gli alunni delle scuole presenti. Previsto nell’ambito dell’Intervento 4.1.1 “Recupero e fruizione delle risorse naturali” del Piano di Sviluppo Locale “Parco Rurale della Terra dei due Mari” del GAL Capo S. Maria di Leuca, cofinanziato nell’ambito del P.O. LEADER Plus e con fondi comunali del Comune di Tricase, il progetto “Contrada Rurale”si pone l’obiettivo di valorizzare a fini turistici e ricreativi un’area del territorio della cittadina meglio conosciuta come “Palane”. L’intervento finanziato ha come fulcro il recupero ambientale di un percorso ciclo-pedonale che attraversa l’area e che costeggia piccole aziende agricole, considerate il vero presidio dello spazio rurale. Ai proprietari dei terreni che fiancheggiano il percorso è stata affidata la manutenzione delle essenze vegetali messe a dimora e delle piccole attrezzature per la sosta disseminate lungo il percorso, costruite con il legno degli esemplari di quercia vallonea abbattuti dalla tromba d’aria del dicembre 2007.

 

Fonte: sudnews.it

Rosanna Fierro