Attenzione

se stai leggendo questo testo significa che il tuo browser non supporta i fogli di stile (CSS). Se stai usando uno screen reader, prosegui con la navigazione, altrimenti segui le istruzioni su come aggiornare il tuo browser.
 
Header - Logo CIA

Ricerca

 

Area Riservata

 
 


Colonna Centrale: Contenuti

Percorso corrente:

23 novembre 2006
SETTORI PRODUTTIVI
DISEGNO DI LEGGE REGIONALE SUL POTENZIALE VITIVINICOLO REGIONALE

uva%20da%20vino.jpg

L’Assessorato Regionale Alle Risorse Agroalimentari ha predisposto una proposta di Disegno di Legge Regionale dal titolo “Disposizioni per la gestione ed il controllo del potenziale viticolo regionale”. Tra gli obiettivi più importanti dichiarati nella relazione di accompagnamento della proposta segnaliamo: la riapertura dei termini per presentare eventuale domanda di regolarizzazione, nonché per comunicare  variazioni di superfici vitate e/o trasferimenti nella titolarità o nella conduzione;  intervenire con la proposta di disegno di legge sul regime sanzionatorio, già disciplinato dal decreto legislativo n. 260/2000, adeguando le sanzioni alla effettiva superficie posseduta; proroga della validità dei diritti di reimpianto fino all’ottava campagna successiva a quella in cui è avvenuta l’estirpazione della superficie vitata, superando così, l’attuale limite stabilito in cinque anni.


I Nostri Partner:

CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
-
-
CIHEAM - IAMB (apertura in una nuova finestra)
-
Codita (apertura in una nuova finestra)

Finanziatori:

Regione Puglia
spacer
Unione Europea
intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 POR Puglia
Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"
Valid HTML 4.01 Transitional 
-
Valid CSS! 
-
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

-
Cia Puglia, Via S. Matarrese, 4 - 70124 Bari - Tel 080.5616025 Fax 080.5641379 COD. FISC. 80016260723 - info@scianet.it
www.scianet.it é una testata giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa del Tribunale di Bari al n° 37/07.
Direttore responsabile: Antonio Barile