SciaNet.it
18 Febbraio 2011
Newsletter SciaNet n° 114
Sommario
ANNATA AGRARIA 2010 E PROSPETTIVE 2011 IN PROVINCIA DI TARANTO 
foto
Si è svolta presso la Camera di Commercio di Taranto la conferenza stampa della CIA – Confederazione Italiana Agricoltori di Taranto, in cui sono stati analizzati i dati 2010 dell’agricoltura jonica e fatta una previsione per il 2011.
“È ormai da diversi anni, e in particolare a partire dal 2004, che la CIA svolge continuamente attività di informazione e comunicazione ad ampio spettro - ha ribadito in apertura di conferenza stampa Vito Rubino, Direttore provinciale Cia e Responsabile dell’ufficio stampa - toccando temi rilevanti, con un impatto immediato e diretto sull’agricoltura ed effetti rilevanti sulle imprese agricole”.
Nel corso del 2010 l’attività di comunicazione si è condensata in oltre 60 comunicati e note stampa, nonché elaborazione di dati e tabelle statistiche, che hanno dato luogo ad una rassegna stampa condensata in due volumi; l’iniziativa, svolta con assiduità e prontezza dalla CIA, ha inteso richiamare l’attenzione su questioni cruciali: i pericoli per l’intero territorio derivanti dalle infiltrazioni della grande criminalità organizzata, mafiosa e camorristica, i danni da calamità, le iniziative promozionali del patronato Inac (Istituto Nazionale per l’Assistenza ai Cittadini), le numerosissime iniziative rientranti nel programma “Scuola in fattoria”; e poi le manifestazioni fieristiche e ludico-ricreative. L’assegnazione della premio nazionale CIA “Bandiera Verde” alla scuola primaria “Pascoli” di Castellaneta e all’Agricola Guida di Crispiano costituiscono il riconoscimento della particolare valenza dei programmi svolti per la promozione della produzioni locali e la migliore conoscenza del ciclo naturale e di distribuzione commerciale dei prodotti agricoli. L’attività di promozione si è sviluppata anche attraverso la “Fieragricola”, organizzata a Massafra, e le iniziative del Consorzio “Profumi e Sapori di Puglia”. D’altro canto la CIA non ha tralasciato i problemi legati alla tutela della salute, con iniziative che hanno riguardato in particolare l’Ospedale di Castellaneta.
Nell’analizzare i dati 2010 il Presidente della Cia di Taranto Nicola Spagnuolo ha fatto emergere che anche l’annata agraria appena trascorsa, come quelle dell’ultimo decennio, si è connotata, purtroppo, per il segno negativo fatto registrare dalle colture principali del settore agricolo ed agro-alimentare della nostra provincia. Val la pena ricordare che il settore agricolo è il settore economico che più di altri ha delle ricadute enormi sull’intera società, non solo in termini di alimentazione e di salubrità dei prodotti, ma anche, in termini di salvaguardia dell’ambiente e di baluardo contro il disfacimento e depauperamento del nostro territorio.
In una provincia come Taranto, alle prese con l’atavico e mai risolto problema dell’inquinamento ambientale, questo aspetto del nostro settore dovrebbe essere più che sufficiente a muovere delle sensibilità diverse da parte delle istituzioni verso chi, come appunto i nostri agricoltori, svolgendo la loro attività di impresa, pur tra mille difficoltà, indirettamente rendono un servizio incommensurabile all’intera società.
A guardare i dati economici del 2010, verrebbe spontaneo domandarsi se è ancora conveniente investire in agricoltura; quale attrattiva può esercitare questo settore su un giovane che vuole intraprendere un’attività di impresa.
I nostri prodotti principali nel 2010 hanno confermato i prezzi al ribasso registrati nella precedente annata 2009 ed in alcuni casi, addirittura, hanno fatto registrare ulteriori ribassi, come l’uva da vino (9,3% rispetto al 2009 e 23,00% rispetto al 2008), o le olive da olio (7,3% rispetto al 2009 e 18,00% rispetto al 2008), l’uva da tavola (13,23 % rispetto al 2009), le clementine (7,77%  rispetto al 2009), le arance (5.04% rispetto al 2009), mentre si è registrata una sostanziale tenuta nel 2010 rispetto al 2009 per gli animali da carne e per i prodotti lattiero caseari. A fronte di questi ribassi, per contro, i costi in generale hanno subìto un incremento medio del 30% con punte del 76,9% come per i prodotti azotati o dell’80,86% dei prodotti fosfatici e del 40,83% dei salari per la manodopera avventizia. Gli unici segnali positivi, nel solco dei dati economici nazionali, arrivano dall’export che, ancora una volta, sta fungendo da trainer per l’intero paniere agro-alimentare, + 13.95% dei prodotti ortofrutticoli freschi e trasformati, + 37.11% dei vini di qualità, + 14,41% degli animali da carne, + 13% dell’olio d’oliva, + 15,31% dei formaggi e
 Leggi sul sito
ISTAT: VOLA L’EXPORT AGROALIMENTARE, NEL 2010 PIÙ 21,3 PER CENTO 
foto
Il settore primario spinge le esportazioni nazionali, che mettono a segno nei dodici mesi una crescita tendenziale pari al 15,7 per cento. Per la Cia ora è necessario continuare con l’opera di valorizzazione e promozione del “made in Italy” nel mondo...
 Leggi sul sito
PIÙ DI 170 MILIONI DI EURO DI RIMBORSI CERTIFICATI DAL CAF CIA 
foto

La presentazione del modello 730 al Caf Cia, ti consentirà:

  • di avere il controllo della correttezza formale della dichiarazione;
  • di ottenere il rimborso immediato dell’eventuale credito d’imposta direttamente sulla busta paga o rata di pensione a
  • ...
 Leggi sul sito
PUBBLICATO BANDO PER ESPERTO IN GESTIONE AMBIENTALE INTEGRATA E SVILUPPO DEL TERRITORIO 
foto

Smile Puglia in collaborazione con CIA PUGLIA organizza il corso di “Esperto in gestione ambientale integrata e sviluppo del territorio" in tema di difesa del suolo e mobilità sostenbile. 

Il corso è dedicato al settore agricolo e alla filiera agro...

 Leggi sul sito
ASSOCODIPUGLIA: BOLLETTINO AGGIORNATO AL 15 FEBBRAIO 2011 
foto
Di seguito pubblichiamo il notiziario agrometeorologico e fitosanitario dell’ASSOCODIPUGLIA (Associazione Regionale Consorzi Difesa Puglia) valido dal 15 al 22 febbraio 2011.
 Leggi sul sito
Questa e-mail e tutte le ulteriori comunicazioni sono inviate esclusivamente ai soli utenti che ne hanno fatta espressa richiesta e ne hanno autorizzata la ricezione.
Il trattamento dei dati é gestito in via esclusiva da Scianet e nel più completo rispetto del D.lgs 196/2003 (Codice della Privacy).
Nel caso si fosse ricevuta questa e-mail per errore ti invitiamo a segnalarlo via e-mail a: info@scianet.it
CIA - Confederazione Italiana Agricoltori
Agrinform
CIHEAM - IAMB
Codita
Regione Puglia
spacer
Unione Europea

intervento cofinanziato dall'U.E. F.E.S.R. sul POR Puglia 2000-2006 - Misura 6.2 POR Puglia - Azione C "Sviluppo delle imprese e delle professioni"